Ernesto Treccani

Fondatore e direttore all’età di 18 anni della rivista “Corrente”, espose i suoi primi lavori alla “Bottega di Corrente” con Renato Birolli, Renato Guttuso, Giuseppe Migneco, Aligi Sassu e più tardi con Bruno Cassinari ed Ennio Morlotti alla Galleria della Spiga e Corrente.

La sua prima mostra personale, tenutasi alla Galleria Il Milione di Mila...

Fondatore e direttore all’età di 18 anni della rivista “Corrente”, espose i suoi primi lavori alla “Bottega di Corrente” con Renato Birolli, Renato Guttuso, Giuseppe Migneco, Aligi Sassu e più tardi con Bruno Cassinari ed Ennio Morlotti alla Galleria della Spiga e Corrente.

La sua prima mostra personale, tenutasi alla Galleria Il Milione di Milano, dove espose più volte durante il suo percorso artistico, fu nel 1949. Dopo la Resistenza, era a capo del gruppo “Pittura” ed editore di riviste come “Il 45”  e “Realismo”, diretto da Raffaele De Grada, poi animatore con Ajmone. Verso il 1950 le sue opere sono state scelte per la Biennale di Venezia, nonché per la mostra dei realisti tenutasi alle Leicester Galleries di Londra e di New York, dove espose con una personale alla Heller Gallery.

Durante questo periodo i soggetti dei suoi dipinti furono influenzati dal suo incontro con la situazione rurale in Calabria e dal paesaggio industriale urbano di Milano e Parigi, luoghi in cui è tornato più volte nel corso degli anni.
Dopo gli anni ’60, le opere prolifiche e le molteplici iniziative dimostrano il continuo impegno di Treccani, caratterizzato da un’azione incessante per la diffusione della cultura e del dibattito artistico.

Tra le opere di questo periodo, i cinque grandi dipinti ispirati a La luna e i falò di Pavese, il ciclo di opere Da Melissa a Valenza, la serie di acquerelli ispirati a un viaggio a Cuba; successivamente, nel 1976, furono organizzate importanti mostre del suo lavoro a Volgograd, al Museo Pushkin di Mosca e all’Hermitage di San Pietroburgo. Ha anche tenuto numerose mostre personali in gallerie d’arte e musei a Parigi, Berlino, Amsterdam, Barcellona, ​​Stoccarda e San Paolo.

Treccani ha quindi sviluppato le varie caratteristiche della sua ricerca artistica su linee parallele, continuando a lavorare ed esibire in città in Italia e all’estero, alternando questa attività “errante” a soggiorni regolari e creativi a Macugnaga e Forte dei Marmi, luoghi in cui l’artista era fortemente legato alla vita e alla pittura. Nel 1978 ha fondato la Fondazione Corrente, un centro per eventi culturali, mostre e dibattiti nei vari settori della cultura e dell’arte, nonché un centro per la raccolta e lo studio di documenti relativi al periodo tra la nascita del movimento e gli anni del realismo.

Treccani fu anche scrittore e poeta; tra i suoi testi, i libri “Arte per amore”, “Il segreto dell’arte” e “Un poco di fiele”: poesie e disegni.

Nel 1990 il Comune di Milano tenne una grande mostra retrospettiva sull’artista al Palazzo Reale, e un’altra grande retrospettiva delle sue opere si tenne alla Fondazione Bandera a Busto Arsizio nel 2003. Nel 2004 ha creato il ciclo di grandi finestre Energia, luci e colori, mostrato a Lugano, Riga, Budapest e Praga. Nel 2006 il comune di Forte dei Marmi ha organizzato la mostra al Fortino Le mutazioni del realismo – Opere inedite 2003-06, frutto di una rinnovata ricerca di forme che ha il suo centro di colore.

Nel 2008, sempre a Palazzo Reale, Treccani ha partecipato alla mostra Corrente, le parole della vita. Opere 1930-1945, con una stanza riservata ai suoi dipinti di quel periodo. Una grande mostra retrospettiva ha inaugurato le sale rinnovate di Palazzo Barberini a Montichiari nel maggio 2009, pochi mesi prima della sua morte, avvenuta il 27 novembre 2009, nella sua amata Casa delle Rondini.

Nel dicembre 2009, durante il 40° anniversario del bombardamento di Piazza Fontana, il dipinto “Un popolo di volti” è stato esposto al Palazzo Reale di Milano. Nel marzo 2011, sempre a Palazzo Reale, il dipinto “Le cinque giornate di Milano” è stato esposto in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Tra le mostre recenti, si citano: nel 2012 “Le parole e la pittura“. Ernesto Treccani incontra la poesia, l’epica, il romanzo alla Pinacoteca Civica di Savona e nel 2013 La materia e la luce. Vetri, ceramiche e smalti di Ernesto Treccani presso la Fondazione Corrente.

Più

Ernesto Treccani Non ci sono prodotti in questa categoria.